In questo periodo, stimolati dai vari lockdown passati, l’istruzione e la formazione hanno allargato i loro orizzonti potenziando i loro mezzi con l’ausilio di corsi, simulazioni e allenamenti in VR. Le recenti statistiche dimostrano che chi si è avvalso di questa tecnologia risulta più aggiornato rispetto alla concorrenza e la crescita ha un’efficacia maggiore grazie ad un abbattimento di costi (fino all’83%) e tempi (fino al 50%). L’esperienza offre all’utente un accesso all’informazione migliorato che riduce le distrazioni.

Ma come usare correttamente il VR training e le simulazioni per ottenere tutti questi benefici?
Per spiegarlo al meglio abbiamo raccolto 8 esempi che possono coprire più esigenze in modo eterogeneo e spiegare in poche parole come lo sviluppo di applicazioni VR porterebbe vantaggi ad aziende e scuole.

8 esempi e casi di studio sull’efficacia di simulazione e training VR

Miglioramento nel completare le procedure di sicurezza

Una netta superiorità degli utenti che hanno beneficiato del training VR è stata provata con un esperimento che coinvolge due gruppi di persone con il comune obiettivo di svolgere una procedura di sicurezza.
Ad un gruppo sono state date le istruzioni di esecuzione con metodo standard, mentre all’altro gruppo è stata fatta formazione con Realtà Virtuale. Il 70% degli utenti di quest’ultimo gruppo ha eseguito la procedura correttamente, mentre solo il 20% degli utenti del primo gruppo è riuscita nel compito.

Più attenzione ed efficacia da parte dei chirurghi addestrati con VR

Alla stregua del caso precedente, è stato condotto anche qui un esperimento sul campo che coinvolgeva gli studenti di medicina e chirurgia con il compito di dissezionare la cistifellea. Quelli appartenenti al gruppo che ha usato la Realtà Virtuale per studiare e allenarsi, hanno registrato una probabilità di riuscita 9 volte maggiore rispetto agli altri.
Inoltre, l’Imperial College di Londra ha dimostrato che l’83% dei chirurghi addestrati con VR potrebbe eseguire con successo una nuova procedura, mentre quelli che nello stesso tempo si sono dedicati solo allo studio tradizionale hanno una probabilità di successo dello 0%.

Fidelizzazione dello studente

A distanza di un anno da un corso che prevede l’addestramento o la simulazione di situazione critiche con la Realtà Virtuale, gli utenti riescono a ricordare fino all’80% di ciò che hanno appreso.

Formazione nei negozi e superstore

I gestori dei negozi di un’importante catena americana hanno usato il VR per istruire e preparare al Black Friday i loro dipendenti. Al termine della formazione hanno riscontrato un risparmio dell’80% sul totale del tempo dedicato tra gestione ed esecuzione dei corsi.

Gli studenti hanno più fiducia nelle loro capacità

La fiducia è la chiave del successo durante l’apprendimento di competenze trasversali. Rispetto alla formazione in aula, gli studenti che hanno basato i loro studi sulla realtà virtuale oltre che sui libri, erano il 40% più sicuri delle proprie capacità.

Velocità rispetto all’apprendimento in aula

Uno studio di PwC dimostra una riduzione del 400% del tempo necessario per la formazione rispetto all’apprendimento in aula. Se consideriamo anche il tempo necessario alla configurazione dell’apparecchiatura, questo è comunque inferiore alla media del tempo che gli studenti impiegano per raggiungere il luogo delle lezioni.

Feedback emotivo

L’apprendimento basato sulla simulazione VR consente agli studenti di sentirsi più emotivamente connessi al contenuto, migliorando i loro risultati a lungo termine.

Coinvolgimento e feedback da parte degli utenti

L’85% degli utenti a cui è stato chiesto un riscontro sull’uso della realtà virtuale rispetto ai metodi tradizionali per la formazione tecnica in un’azienda dichiara di preferire il VR perché oltra ad essere più coinvolgente limita le possibilità di distrazione.

Vuoi scoprire come applicare la Realtà Virtuale alla tua azienda per presentazioni, formazione o simulazioni? Contattaci ora!